Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Metodi E Livelli

 

Metodi E Livelli
Metodi didattici

L’assunto fondamentale del corso è che al centro del processo di insegnamento/ apprendimento si trovi lo studente e che la comprensione dei bisogni, delle motivazioni, delle caratteristiche e delle risorse di discenti adulti è uno degli aspetti principali di cui si tiene conto nell’elaborazione dei progetti formativi.
La maggior parte dei docenti adotta per i corsi una struttura flessibile e cerca di rispondere ai bisogni e agli interessi della classe. Le lezioni uniscono fasi di conversazione ad altre di esercitazione pratica. Gli studenti vengono incaricati di svolgere un numero limitato di compiti a casa stabiliti in accordo con l’insegnante.
Le lezioni prevedono l’impiego di metodi didattici interattivi, quali la simulazione di problemi da risolvere o attività sia di gruppo che individuali. In questo modo gli studenti hanno l’opportunità di sviluppare abilità di cui potranno usufruire in un ampio spettro di situazioni.
Ogni insegnamento tiene conto dei bisogni particolari e delle abitudini di studenti adulti, del lavoro e delle esperienze che costituiscono il loro bagaglio formativo.
Le lezioni sono in genere orientate verso l’insegnamento di particolari nozioni, funzioni linguistiche o abilità che risultano utili sia per la lingua parlata che per quella scritta.

Argomenti trattati durante i corsi e livelli. 

IL QUADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO (CEFR)

 

Il Quadro Comune Europeo di Riferimento fornisce una base comune per l'elaborazione dei programmi linguistici, delle linee guida per i curriculum, gli esami, i libri di testo ecc. in tutta l'Europa. Descrive in maniera completa cosa gli studenti di lingua debbano imparare per usare una lingua per la comunicazione e quali conoscenze ed abilità debbano apprendere per essere in grado di agire in maniera efficace. La descrizione copre anche il contesto culturale nel quale è inserita una lingua. Il Quadro definisce anche i livelli di competenza che consentono di misurare il progresso degli studenti in ogni momento e per tutta la vita.

Il Quadro è il risultato degli studi che gli esperti del Consiglio d’Europa hanno effettuato per quasi un decennio. Esso fornisce una base comune e condivisa in Europa per l’elaborazione di linee guida, di programmi di studi, esami e materiali didattici relativi alle lingue straniere. Tale documento si propone come realizzazione delle conoscenze relative alle problematiche dell’insegnamento e dell’apprendimento delle lingue straniere europee e suggerisce descrittori di competenze e capacità comunicative articolate in tre livelli generali:

A - LIVELLO BASE
B - LIVELLO AUTONOMO
C - LIVELLO PADRONANZA

 Ognuno di questi livelli è articolato in due sottolivelli, ulteriormente articolabili.

29